Informazioni
Il Centro del Linfedema apre in Zetamedica dal giorno
Venerdì 21 Settembre 2018
Dove Siamo
via Ca' di Cozzi, 41/a
37124 Verona (VR)
Vedi la mappa
Appuntamenti
Contattaci per ogni informazione e per fissare un appuntamento
045 8350707
Segreteria
Lun - Ven 9:00 - 19:00
Sabato 9:00 - 12:00

Centro Linfedema

Centro Linfedema nasce dalla collaborazione di tre medici ed ha aperto a Milano nel 2018 in modo da dare una risposta a tutti i pazienti affetti da questa malattia invalidante.

Il team è composto dalla Dott.ssa Denisa Giardini, Medico Internista e Linfologa, il Dott. Massimo Soresina ed il Dott. Andrea Menozzi Chirurghi Plastici specializzati nella tecnica di micro chirurgia chiamata transfert linfonodale. In sintesi, si tratta di un vero e proprio trapianto di linfonodi in grado di rigenerare la circolazione linfatica nelle zone compromesse.

Inoltre la collaborazione fra specialisti, si estende anche ai colleghi Dermatologi, Nutrizionisti, Psicologi e Fisoterapisti specializzati nel Linfodrenaggio meglio detto come Drenaggio Linfatico Manuale Metodo Vodder.

Comunque l’idea alla base della creazione del Centro Linfedema è quella di mettere in primo piano il paziente e le sue necessità, riunendo in un’unica struttura le figure professionali necessarie a inquadrare, studiare e trattare la sua patologia.

Il Centro inoltre è l’unico in Italia a poter effettuare la LinfoRisonanza, un esame strumentale mirato allo studio del Linfedema.

La sede Visite e Trattamenti per il Nord Est Italia è Zetamedica a Verona.

Tecniche chirurgiche

Il Dott. Soresina (dx) ed il Dott. Menozzi (sx) durante un intervento di microchirurgia
Le tecniche chirurgiche sono destinate ai casi più complessi, soprattutto quelli che non rispondono ai trattamenti medici tradizionali. Si distinguono due tipologie di chirurgie: ablative o fisiologiche.

Trapianto di Linfonodi (ALNT-VLNT)

Si chiama così la micro chirurgia innovativa che è stata presentata venerdì 21 Settembre 2018 ad un gruppo selezionato di medici del territorio veronese al fine di introdurre a Verona il Centro Linfedema.

E’ riservata ai casi in cui il sistema linfonodale è poco sviluppato o come è stato detto quando totalmente assente. Inoltre quando si crea un’interruzione del flusso di drenaggio linfatico che può accadere a causa di terapie mediche chirurgiche, oppure traumatiche e qualche volta dovuta ai postumi di un’infezione.

L’intervento consiste nel trapianto autologo (autotrapianto) di una porzione di tessuto, chiamata lembo, che contiene linfonodi. Questo lembo viene alla fine trasferito nella sede in cui i linfonodi sono assenti o sono non funzionanti.
Le aree donatrici più frequentemente utilizzate sono quella latero cervicale (collo), quella dorsale (schiena) e quella inguinale.

In particolare, i linfonodi prelevati sono circa tre-quattro, anche per evitare scompensi nella zona donatrice.
Il tessuto trapiantato quindi, non solo è in grado di aiutare il riassorbimento della linfa in eccesso non drenata, ma soprattutto induce anche la formazione di nuovi vasi linfatici, come proprio la LinfoRisonanza è in grado di evidenziare. Quindi il Paziente avrà notevoli benefici in conseguenza del fatto che si rigenera del tessuto linfatico dove non era più presente.

Ugualmente l’autotrapianto linfonodale ha forte indicazione anche per finalità preventive soprattutto nei casi in cui il circuito linfatico venga compromesso da interventi in ambito oncologico, dove è particolarmente consolidata la collaborazione fra la chirurgia demolitiva e quella plastico ricostruttiva.

Si può pensare ad esempio a tutti quei casi di chirurgia del seno in cui nella stessa seduta operatoria, dopo l’asportazione oncologica, viene alla fine eseguita anche una ricostruzione mammaria con un lembo grasso addominale, per il recupero del volume e della forma e di linfonodi per prevenire l’insorgenza del linfedema di arto superiore.

Per ogni dettaglio potete visitare il sito

www.centrolinfedema.it

Trattamento conservativo

Per quanto riguarda il trattamento conservativo, alla base c’è il  drenaggio linfatico manuale, tecnica di massaggio del tutto particolare, ideata dal Dott. Vodder negli anni 30.

Le pressioni utilizzate, molto lente , ritmate e di lieve intensità, hanno lo scopo di accelerare il deflusso linfatico dalle zone di stasi verso i canali di drenaggio, in modo da liberare l’interstizio tessutale dai liquidi che vi si sono accumulati. L’effetto è quindi di immediato benessere e pertanto il paziente avverte subito una sensazione di leggerezza nel distretto interessato. Anche l’aspetto ed il colorito cutaneo migliorano, così come si nota fin dalle prime sedute un’accelerazione del processo di cicatrizzazione in presenza di ulcere trofiche, ferite, ecc. .

Si tratta di un massaggio che parte dalle stazioni linfonodali del collo per poi interessare un distretto particolare, dove sia presente edema.

In generale non si tratta mai tutto il corpo, ma solo un particolare settore, infatti il massaggio richiede tempo, essendo per sua natura molto leggero e lento.

Il drenaggio linfatico manuale

trova il suo campo di applicazione principale nel trattamento del linfedema, sia esso primitivo che secondario, ma anche in campo vascolare venoso, ortopedico, nelle patologie otorinolaringoiatriche croniche ed in alcune affezioni dermatologiche.
E’ inoltre indicato nel trattamento delle stasi del paziente anziano o allettato, negli edemi post traumatici e nella patologia traumatica minore.

Le linee guida internazionali riconoscono valida la terapia combinata costituita da:

  • Drenaggio Linfatico Manuale
  • Bendaggio linfologico
  • Esercizio terapeutico

In tal modo è possibile “governare” il linfedema fino a che si raggiunge la riduzione volumetrica ottimale per l’arto in trattamento e, con il confezionamento di una guaina di contenzione elastica si mantengono i risultati ottenuti con il trattamento.

A volte, questo non è abbastanza. Esistono dei casi in cui la Terapia combinata per il trattamento del linfedema non ottiene buoni risultati: è qui che si inserisce la possibilità chirurgica dell’autotrapianto linfonodale.

Il Team

Dott.ssa Denisa Giardini
Medicina Interna - Linfologia
Su appuntamento
Profilo
Dott. Massimo Soresina
Chirurgia Plastica
Su appuntamento
Profilo
Dott. Andrea Menozzi
Chirurgia Plastica
Su appuntamento
Profilo
Corrado Marani
Massofisioterapia
Su appuntamento
Profilo

Prestazioni Specialistiche

Prima Visita Linfologica
Visite Pre Chirurgiche
Visite Post Chirurgiche
Linfodrenaggio Vodder

News dal Blog

Ptosi Palpebrale

19 Novembre 2018
La Ptosi Palpebrale o più comunemente Palpebre Cadenti è un problema molto frequente. Capita sia alle donne che agli uomini e...
read more

INFORMAZIONI ED APPUNTAMENTI

045 8350707

Chiedici un contatto

Scrivi allo staff di Zetamedica
Nome e Cognome
Telefono
Messaggio
Desideriamo farti sapere come conserveremo i tuoi dati, per quanto tempo e per quale finalità. Potrai in ogni momento visionarli e richiederci la loro cancellazione.
WhatsApp chat

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie su questo sito. Leggi

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi